Ott 16

News dalle Diocesi: Diocesi di Genova: Giornata per Famiglie, Associazioni e Movimenti Famigliari

La Giornata per Famiglie, Associazioni e Movimenti famigliari che si svolgerà Domenica 22 Ottobre sarà un’occasione di incontro, di preghiera e riflessione per tutte le coppie e le famiglie, ma soprattutto sarà un momento di condivisione ecclesiale, all’inizio del piano pastorale diocesano, dedicato proprio alla realtà della Chiesa. “Famiglie:  Gettate l’ancora in Dio”: questo il titolo della giornata, ricordando le parole di Papa Francesco nella sua visita a Genova. L’incontro con il Prof. Mario Salisci  Sociologo e formatore, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Sociologia della Famiglia all’Università Lumsa di Roma e Direttore dell’Istituto di Cultura e Lingue delle Marcelline di Genova,  ci aiuterà  a riflettere sul tema del                                                            

“ESSERE FAMIGLIA, PER UNA CHIESA APERTA E ACCOGLIENTE, IN UNA SOCIETA’ FLUIDA”

Il PROGRAMMA della GIORNATA sarà  il seguente:

ore  9,30           ACCOGLIENZA

ore 10,00          Incontro con il  prof. Mario Salisci

ore 12.30          PRANZO al sacco

ore 14.30          Gruppi di condivisione

i Movimenti che ne faranno richiesta (famigliaevita@diocesi.genova.it) potranno incontrasi tra di loro.

(servizio di baby sitter e animazione)

ore 15,45          S. MESSA

Chiediamo a tutti di diffondere il più possibile l’informazione di questo incontro, con il passaparola, esponendo la locandina che si trova all’interno del Cittadino e dandone avviso anche nelle sante Messe.

Vi aspettiamo tutti alla Guardia, dove il Signore e Maria Santissima ci prepareranno una bellissima giornata di gioia e vi salutiamo con affetto.

Don  Pier Luigi Pedemonte
Commissione famiglia

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2017/10/16/news-dalle-diocesi-diocesi-di-genova-giornata-per-famiglie-associazioni-e-movimenti-famigliari/

Ott 05

News dalle Associazioni: Giovedì 19 Ottobre Convegno: “Un figlio: perché, quando, come e a quale costo”

Giovedi 19 Ottobre, alle ore 20.00, presso la Sala Quadrivium di Genova l’AMCI (Associazione Medici Cattolici Italiani), l’UGCI (Unione Giuristi Cattolici Italiani) e l’UCID (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti) organizzano un Convegno dal titolo “Un figlio: perché, quando, come e a quale costo”.

All’intervento della relatrice Prof.ssa Clementina Peris seguirà una tavola rotonda con la partecipazione oltre che della relatrice medesima anche del Prof. Domenico Coviello (Genetista) e dell’Avv.to Anna Maria Panfili.

Moderatrice: Gemma Migliaro (Presidente Nazionale di Medicina e Persona, Presidente di Scienza & Vita di Genova).

In allegato il manifesto dell’iniziativa

locandina-19-ottobre-2017

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2017/10/05/news-dalle-associazioni-giovedi-19-ottobre-convegno-un-figlio-perche-quando-come-e-a-quale-costo/

Ott 01

III Conferenza Nazionale sulla Famiglia. Legge di stabilità: ultima chiamata per la credibilità del Governo.

Apriamo con alcune parole di quanto dichiarato alla stampa dal Presidente del Forum Nazionale delle Famiglie Luigi De Paolo: “Come possiamo credere a chi promette riforme strutturali nella prossima legislatura se non è in grado di dare un segnale già nella prossima legge di stabilità?” ed ancora “siamo arrivati ad un punto di non ritorno“.

Come mai queste parole evidentemente amare e deluse da parte del Presidente?

Ecco quanto, purtroppo, è emerso dalla Conferenza Nazionale che, organizzata dal Dipartimento per le politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri con il supporto dell’Osservatorio Nazionale sulla Famiglia, aveva tutte le carte in regola per proporre qualcosa di buono per le famiglie italiane.

Infatti, la Conferenza, prevista per Legge con cadenza biennale, ma la cui ultima convocazione risaliva al 2010, sembrava finalmente manifestare un interesse nei confronti della famiglia da parte del Governo ed analogamente lasciavano ben sperare i documenti preparatori, così come i contenuti scientifici preparati dalle strutture governative competenti con il coinvolgimento di esperti qualificati del mondo accademico e di vari rappresentanti del Forum. Inoltre, anche l’alto livello dei partecipanti chiamati ad introdurre, guidare e concludere la Conferenza lasciava presagire – finalmente – una vera attenzione alla Famiglia.

Purtroppo le attese sono state deluse e non da rappresentanti delle istituzioni o da amministratori di seconda o terza fascia.

Seppur in assenza di un Ministro per la Famiglia, erano infatti presenti i seguenti rappresentanti di primissimo piano di governo, parlamento ed amministrazioni centrali, quali:

il presidente del consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni;

la Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini;

il Ministro delle finanze, Pier Carlo Padoan;

la Ministra dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Valeria Fedeli;

la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi;

il Presidente dell’INPS, Tito Boeri.

Ma da tale qualificatissimo podio non è pervenuta alcuna risposta. Alcuna risposta concreta di breve o medio periodo, alcuna risposta una tantum o strutturale, alcuna risposta a carattere meramente simbolico.

E’ stato esposto, a volte presentandolo come provvedimento per la Famiglia, quanto già stabilito dal Governo in altre sedi e per altre politiche settoriali, come ad esempio: politiche di genere, politiche di inclusione, politiche per il lavoro giovanile, etc… Tutte politiche legittime, identificate come prioritarie e con sicuri impatti sulla famiglia, ma certamente non pensate per la Famiglia.

Unica certezza – all’interno di una conferenza della Famiglia convocata dal Governo – è che tali politiche settoriali saranno praticate a sostanziale parità di spesa, con una mera redistribuzione degli stanziamenti già in essere e senza alcuno stanziamento ulteriore. Fatto che, evidentemente consente l’attivazione dei nuovi strumenti volti alle politiche settoriali, definiti ed identificati a prescindere dalla famiglia, con parti di spesa già utilizzate per le misure in essere, anche per la famiglia e per le sue esigenze.

Ulteriore, disarmante per spontaneità di proposizione, è la certezza dell’assenza nell’agenda del Governo di interventi a favore della Famiglia, non solo probabilmente dal punto di vista concreto (stante l’apparente assenza ad oggi di proposte in tal senso nella legge di Stabilità), ma anche dal punto di vista programmatico, in merito al quale l’onorevole Boschi ha dichiarato che sarà un tema che verrà affrontato “nella prossima legislatura”.

Coloro che hanno parlato possono essere considerati credibili quando promettono impegno sincero nella prossima legislatura e nel contempo non prevedono alcunché all’interno dell’imminente legge di Stabilità?

Crediamo che il tempo delle promesse di impegno sincero sia scaduto e che sia sufficiente attendere l’imminente legge di Stabilità per vedere se il Governo, in tale sede, introdurrà le misure a favore della Famiglia che non ha esposto nel corso della Conferenza.

Rendere strutturale il bonus bebè, aumentare le detrazioni per i figli a carico, applicare l’IVA ridotta sul latte dei piccoli, intervenire sul congedo parentale in termini di allungamento della durata dell’obbligatorietà e con maggiori coperture economiche per la facoltatività dello stesso, sono solo un elenco parziale e non esaustivo di quanto, volendo, il Governo può immediatamente fare nella prossima legge di Stabilità.

Risposte semplici, non certo di sistema, ma a costi certi e contenuti, che possono operare in un’ottica di riallocazione di risorse che abbia realmente come focus la Famiglia.

C’é un ultimo esame di riparazione a sostegno di una credibilità che vacilla?

Forse sì, la legge di Stabilità appare davvero come l’ultima chiamata a sostegno della credibilità di molti. L’auspicio è che tutto ciò che non è stato esposto dal Governo venga posto in essere nell’ormai prossima legge di Stabilità, poiché la vicinanza delle prossime elezioni politiche, unitamente alla stanchezza di fronte a promesse mai concretizzate, siamo certi che farà valutare la credibilità del Governo sulla base di quest’ultima legge di Stabilità. In tal senso crediamo sinceramente che i provvedimenti a favore della Famiglia – che verranno o non verranno adottati – potranno fare la differenza per gli orientamenti di voto della gran parte di noi.

Le riflessioni elaborate e condivise sono state dunque tempo perso?

Sicuramente non è da accantonare il lavoro sviluppato dagli esperti e dai rappresentanti delle famiglie. Può costituire la base di partenza purché nella prossima legislatura si mettano a calendario riforme strutturali che affrontino temi urgenti quali la denatalità, la fragilità della famiglia, l’iniquità fiscale, gli aspetti educativi. In tal senso auspichiamo che la prossima campagna elettorale coinvolga le forze politiche con proposte concrete in questi campi.

Il Forum, che come si è visto durante la Conferenza, è considerato un interlocutore credibile, continuerà ad esercitare il suo servizio al Paese richiamando la politica a queste attenzioni.

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2017/10/01/iii-conferenza-nazionale-sulla-famiglia-legge-di-stabilita-ultima-chiamata-per-la-credibilita-del-governo/

Ago 21

Prima Festa di Avvenire: Tavola rotonda su tema della famiglia

Venerdì 19 Agosto, nell’ambito della prima festa di Avvenire,  si è tenuta presso l’Oratorio dell’Immacolata di Piazza San Siro in Sanremo una Tavola Rotonda di grande interesse sul tema della famiglia.

Hanno preso parte alla tavola Rotonda – moderata dalla giornalista Angela Calvini – il Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie Gigi De Palo, il Direttore di Avvenire Marco Tarquinio, la scrittrice e blogger Costanza Miriano, il giornalista  Roberto Petrini e ad Oreste e Benedetta Castagna di Rai Yoyo.

Forniamo un breve resoconto rimandando a quanto pubblica Avvenire per gli approfondimenti.

In apertura Petrini ha laicamente esposto in modo schematico gli interventi economici attualmente in essere a favore della famiglia. Il Presidente Nazionale De Paolo ho sottolineato con la consueta incisività il tema della necessità di “incoraggiare” il governo ad operare con una maggiore concretezza nel rimuovere gli ostacoli economici (non ultimo in merito all’applicazione del cd. “fattore famiglia”). Costanza Miriano ha evidenziato – in modo forte e puntuale – l’inscindibilità del tema antropologico dal tema sociale (famiglia) ed economico sociale (politiche famigliari) e ciò che ne consegue. Il direttore Marco Tarquinio ha fornito un quadro a 360 gradi illustrando una pluralità di piani nei quali si può articolare la riflessione e di livelli nei quali si potrebbe agire nell’ambito delle diverse sfere di responsabilità.

Il confronto tra gli oratori – anche grazie al loro livello ed al taglio fornito nei vari interventi – è stato assolutamente interessante ed a momenti alquanto vivace. Molte sono state le domande da parte del numeroso pubblico presente.

L’impressione di fondo è che i temi siano di vivissimo interesse e che l’approccio debba essere quanto più organico possibile al fine della maggior efficacia per il bene della famiglia e della società.

A cura della Redazione

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2017/08/21/prima-festa-di-avvenire-tavola-rotonda-su-tema-della-famiglia/

Ago 15

Prima Festa di Avvenire: “Accogliere è riscoprire”

Da Venerdì 18 Agosto e Domenica 20 Agosto si svolge a Sanremo la Prima festa di Avvenire con:

“Festa Popotus” e Tavola rotonda nei giorni di Venerdì 18 e Sabato 19 e Santa Messa (ore 11.00 – Basilica di San Siro in Sanremo) celebrata da Mons. Nunzio Galantino nel giorno di Domenica 20.

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2017/08/15/prima-festa-di-avvenire-accogliere-e-riscoprire/

Post precedenti «