Ott 16

News dalle Associazioni: GENERARE FUTURO GENOVA

GENERARE FUTURO

è un progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Avviso pubblico “Sostegno ai giovani talenti”, realizzato in fase pilota dal Forum Nazionale delle Associazioni Familiari in collaborazione con le ACLI di Roma e esteso a sole altre 5 Regioni italiane: il Forum delle Famiglie della Liguria e le Acli della provincia di Genova  sono risultate aggiudicatrici del Progetto per la Liguria.

Il Forum Ligure delle Associazioni Familiari insieme alle ACLI provinciali di Genova condividono quattro principi cardine: la sussidiarietà, la solidarietà, la partecipazione e la responsabilità. Forti di una capacità e di una vocazione all’ascolto collaborano in questo Progetto per contrastare le povertà materiali, culturali e valoriali attraverso la promozione di attività di sostegno e di sviluppo rispetto ai temi del lavoro, della famiglia, della cultura e dell’educazione.

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Proporre un itinerario di educazione, in-formazione e orientamento al lavoro quale strumento di riconoscimento della dignità della persona, affrontando il tema del lavoro in maniera articolata: dalla tutela dei lavoratori, all’aspetto educativo e in-formativo, alla promozione di buone pratiche per mettere/ri-mettere in moto talenti, intesi non tanto come eccellenze nel percorso di studi ma come capacità/doti personali che ognuno possiede e che vanno individuate e valorizzate in rapporto all’ingresso nel mondo del lavoro. Promuovere una rete informale che coinvolga tutti gli stakeholder del territorio: giovani, Imprese, Associazioni, Istituzioni, Sindacati.

OBIETTIVI SPECIFICI

Accompagnare i giovani nell’acquisizione di conoscenze specifiche e di competenze psicoattitudinali necessarie per l’inserimento nel mondo del lavoro;

Stimolare e sostenere la partecipazione dei giovani, ed in particolare delle giovani donne, al mercato del lavoro anche in vista o dopo il passaggio alla genitorialità;

Qualificare/riqualificare le potenzialità del lavoro artigiano e manuale, attraverso un nuovo approccio che integri innovazione tecnologica e attività  manuali, in ottica di aumento della competitività;

Stimolare la nascita di reti e forme di cooperazione per promuovere l’occupazione giovanile.

DESTINATARI DEL PROGETTO

Giovani 18-35 anni con diploma di scuola secondaria di primo o di secondo grado occupati/e disoccupati/e, studenti e studentesse dell’ultimo anno di Istituti Tecnici che manifestano l’esigenza di essere accompagnati nell’acquisizione di conoscenze specifiche e di competenze psicoattitudinali necessarie per l’inserimento nel mondo lavorativo.  Numero previsto: circa 400  Criteri di selezione: Curriculum vitae, questionario motivazionale per l’accesso al percorso laboratoriale, selezione in itinere tra i partecipanti ai laboratori per il percorso mirato di empowerment. Selezione dal 22 al 25 ottobre c/o ACLI Genova – Vico Falamonica 1/10.

Contesto sociale di intervento: periferie delle città capoluogo di regione o zone della città non geograficamente periferiche ma con un alto tasso di ragazzi/e con titoli di studio medio-bassi o alti livelli di disoccupazione.

METODOLOGIA

L’intervento formativo segue un approccio fortemente esperienziale. I partecipanti svolgono un ruolo attivo: imparano, facendo, ad individuare i punti di forza e le aree di miglioramento e acquisiscono modalità di comportamento efficaci per la realizzazione dei propri obiettivi formativi e professionali.

ATTIVITA’

Il ciclo di seminari denominato “VALORE LAVORO” LIGURIA mira a coniugare concretezza e valori. In una cornice di ampio respiro, il percorso aiuta i giovani ad avere una visione alta del lavoro e fornisce loro un kit di strumenti per facilitarne l’ingresso e la permanenza nel mondo del lavoro. Il percorso, articolato in 9 laboratori della durata di 3 ore ciascuno + 1 evento motivazionale finale, è basato su una metodologia interattiva mirata a sollecitare la creatività e la sperimentazione della propria autoefficacia.

SEDE LABORATORI

Aesseffe – Agenzia Servizi Formativi S.c.p.a.     Via Melegari 29b/r Genova       Orario: dalle 15 alle 18

MONITORAGGIO

Per tutta la durata del Progetto è prevista una fase di monitoraggio attraverso alcuni strumenti quali: fogli firma, report intermedi, questionari di valutazione nei territori (con misurazione di congruità degli interventi, efficacia dei singoli interventi, competenze acquisite dai destinatari del progetto), valutazione dei questionari fatta da un esperto esterno secondo criteri quantitativi e qualitativi.

COMUNICAZIONE ESTERNA
Comunicato stampa all’avvio delle attività progettuali sui territori in contemporanea con il Forum delle Famiglie Nazionale; tavola rotonda pubblica al termine delle attività progettuali; pubblicizzazione della tavola rotonda finale nelle regioni e del seminario finale.

INFORMAZIONI E COMUNICAZIONI

ACLI GENOVA  Tel 010 25332251 (martedì e giovedì h. 11 – 13 e 16 – 18) e-mail: acligenova.segreteria@gmail.com
FORUM LIGURE DELLE FAMIGLIE Cell 349 4007449 e-mail: pasini.fran@gmail.com

Di seguito la brochure dell’iniziativa:

brochure_gf_esterno-ok

brochure_gf_interno

Al fine di favorirne la miglior diffusione pubblichiamo inoltre la lettera inoltrata dalle ACLI di Genova ai Dirigenti scolastici ed il fac-simile per l’eventuale riscontro:

lettera-ai-dirigenti-scolastici

riscontro

 

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2018/10/16/news-dalle-associaizoni-generare-futuro-genova/

Set 30

News dalle Associazioni: Sanremo – Sabato 6 Ottobre – “Biennale della Famiglia”

Sabato 6 Ottobre dalle ore 8.45 alle 18.00, al Palafiori di Sanremo si terrà la Biennale della Famiglia dal titolo: “L’adolescenza è una cosa seria…” Di seguito il manifesto dell’interessante iniziativa.

manifesto-biennale-della-famiglia

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2018/09/30/news-dalle-associazioni-sanremo-sabato-6-ottobre-biennale-della-famiglia/

Set 30

News dalle Associazioni: Genova 13 Ottobre – Convegno “Humanae Vitae”

Sabato 13 Ottobre dalle ore 9.30 alle ore 17.00, presso la Sala Quadrivium di Genova si svolgerà un Convengo dal titolo “Humanae Vitae, un faro per l’amore vero”. Trattasi di una giornata per celebrare i 50 anni della grande Enciclica di Paolo VI in occasione della Sua canonizzazione che vedrà tra i relatori il Card. Arcivescovo Angelo Bagnasco. Di seguito il manifesto del Convegno.

manifesto-humanae-vitae

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2018/09/30/news-dalle-associazioni-genova-13-ottobre-convegno-humanae-vitae/

Set 14

Comunicato stampa congiunto del Forum Ligure e di Genova: “APPELLO PER GENOVA A UN MESE DAL CROLLO DEL PONTE MORANDI”

“APPELLO PER GENOVA A UN MESE DAL CROLLO DEL PONTE MORANDI”

Il Forum delle Famiglie della Provincia di Genova ed il Forum Ligure delle Associazioni Famigliari desiderano porre in evidenza l’impatto che questa tragedia ha avuto e continua ad avere sulle famiglie.

Con questo gravissimo disastro si sono perse 43 vite; intere famiglie sono state cancellate e altre sono state spezzate. A quanti hanno subito un lutto il Forum esprime la propria vicinanza. Nell’attendere giustizia da parte della Magistratura, emerge dalle informazioni raccolte da stampa che queste vite sarebbero state sacrificate dall’incuria, dalla sete di profitto, dalla disattenzione nella gestione e nel controllo, se non da quantomeno inopportune commistioni tra controllori e controllati e tutto ciò in relazione ad un servizio che riguarda milioni di cittadini e ciascuno di noi. Occorre che Governo e Parlamento pongano le condizioni perché quanto accaduto in Valpolcevera non si ripeta.

Con il disastro è anche venuta meno l’agibilità delle case nella zona vicina al ponte e questo ha impattato su circa 650 persone che sono state sfollate. Famiglie sradicate dalla loro quotidianità che devono affrontare incertezze e disagi. Un problema gestito con tempestività e impegno da parte degli amministratori locali ma che lascia ancora aperta per le famiglie interessate, la questione di permettere loro almeno il ritiro degli effetti personali in sicurezza, ma soprattutto di dare loro una soluzione abitativa definitiva ed un equo risarcimento dei danni subiti.

Con il disastro hanno subito danni le attività produttive e il commercio. Gli impatti diretti, sulle imprese che avevano sede nella zona di sgombero, sono evidenti con attività bloccate e lavoratori già in cassa integrazione o in ferie forzate. Ma è il tessuto produttivo e distributivo dell’economia locale che sta già ora soffrendo per le necessariamente mutate scelte dei cittadini in merito ai negozi presso i quali acquistare e per le necessariamente mutate scelte di fornitori e clienti delle Piccole e medie imprese della Polcevera e dal Levante: un muro ha tranciato il Ponente allontanando ciò che era vicino. Un muro da abbattere per il quale chiediamo alle autorità competenti la massima celerità: ne va della stabilità di migliaia e migliaia di cittadini e delle loro famiglie che si stanno sin d’ora trovando in difficoltà come imprenditori, esercenti, artigiani, dipendenti, professionisti e che presto potrebbero trovarsi con problemi seri di bilancio famigliare!

Con il disastro si teme per il Porto e per la logistica, nonché per le scelte strategiche di operatori che sono in grado di portare lavoro e crescita economica diretta e nell’indotto e che potrebbero fare altre scelte a fronte di una non celere ricostruzione del ponte e di un efficace ripristino della viabilità stradale e ferroviaria. Il Porto e tutta Genova si sono allontanati dal resto del Paese e dell’Europa. Un allontanamento per il quale chiediamo alle autorità competenti di agire per il ripristino e la ricostruzione in tempi celeri e soprattutto certi al fine di non far modificare scelte strategiche importanti che impatterebbero su prospettive di sviluppo riguardanti migliaia di cittadini e le loro famiglie.

Con il disastro la mobilità ha delle gravissime difficoltà. L’impatto sulle famiglie composte da lavoratori, studenti, da persone che devono muoversi nella città per assolvere ai loro compiti ha riflessi pesantissimi sulla vita quotidiane di giovani ed anziani. Le imprese che vedono aumentare i costi e conseguentemente ridurre la competitività, le famiglie che per andare al posto di lavoro allungano quotidianamente i tempi di viaggio di ore, le persone che necessitano di assistenza sociale (specie i così numerosi anziani) si sono allontanati dai servizi, chi necessita – a fronte di urgenze sanitarie importanti – di essere trasportato ad un “Pronto soccorso” adeguato spesso impiega non meno di un’ora….

Le famiglie di Genova, nella consapevolezza dell’importanza di un’azione tempestiva, chiedono con determinazione che:

  • Siano ripristinate condizioni di mobilità locale accettabili. Lavoro, scuola, sanità dipendono dalla mobilità ed è urgente riaprire le linee di comunicazione stradale e ferroviaria in Valpolcevera.
  • Siano custodite le imprese. Quanti hanno competenza si adoperino perché alle aziende genovesi siano garantite condizioni che consentano di lavorare. Questo è il modo corretto di sostenere Genova, le sue imprese, i suoi lavoratori, le sue famiglie.
  • Siano pensate soluzioni di lungo termine. Genova, la Liguria e l’Italia, hanno bisogno di un ponte del Polcevera in tempi rapidi e certi e di infrastrutture adeguate.

E’ il momento che ognuno si assuma la propria responsabilità: l’autorità Giudiziaria, il Governo, le autorità locali, le imprese, i lavoratori, gli studenti, le famiglie tutte devono operare concordemente con l’obiettivo di ripristinare la viabilità e i collegamenti tutti, ricostruire e fare scelte strategiche. Occorre “fare presto”.

Le attività economiche sono in difficoltà e le famiglie ne soffrono immediatamente le dirette conseguenze. Il muro è ancora lì, i progetti sono ancora troppo incerti e mutevoli, i tempi non definiti. Occorre “fare presto”.

Il Forum delle Associazioni familiari della Provincia di Genova ed il Forum Ligure delle Associazioni Famigliari sono disponibili a collaborare con le Istituzioni al miglior servizio alle famiglie nei modi e nelle forme che saranno dalle stesse ritenute più opportune. Il “fare presto” non vuole essere soltanto un appello, ma vuole essere la cifra dell’impegno di ciascuno ed in primis nostro all’azione concreta.

 

14 Settembre 2018

Forum delle Associazioni Famigliari della Provincia di Genova

Forum Ligure delle Associazioni Famigliari

 

 

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2018/09/14/comunicato-stampa-congiunto-del-forum-ligure-e-di-genova-appello-per-genova-a-un-mese-dal-crollo-del-ponte-morandi/

Lug 17

Comunicato Stampa del Forum Nazionale sulle linee di indirizzo per le tariffe della refezione scolastica di Genova

Volentieri pubblichiamo il Comunicato stampa del Forum Nazionale in relazione alle nuove linee di indirizzo per le tariffe della ristorazione scolastica del comune di Genova, che rilancia il Comunicato stampa del Forum di Genova.

“Genova. La Giunta comunale incarica gli uffici di studiare la possibilità di introdurre il Fattore Famiglia nel calcolo delle tariffe della refezione scolastica

Sono state varate dalla Giunta comunale di Genova, le nuove linee di indirizzo per le tariffe della ristorazione Scolastica. La Giunta, oltre a mantenere invariate le tariffe e a prevedere un diverso sistema di incasso delle rette, ha dato incarico agli uffici di studiare la possibilità di introdurre il Fattore Famiglia ad integrazione dell’ISEE, per l’applicazione di riduzioni ed esenzioni ed andare incontro alle famiglie con maggiori carichi familiari.

Dopo il Convegno di presentazione del Fattore Famiglia organizzato come Forum delle Associazioni Familiari congiuntamente con l’Agenzia della Famiglia del Comune di Genova, e l’impegno preso dall’amministrazione, qualcosa inizia a muoversi e ci auguriamo che al più presto si possa concretizzare quella applicazione del Fattore Famiglia, che faceva parte del programma elettorale del Sindaco Bucci.

Lavorare per l’introduzione del Fattore Famiglia, oltre agli aspetti tecnici e economici per la realizzazione di un sistema più equo di accesso ai servizi, rappresenta anche l’inizio di un nuovo modo di concepire la famiglia riconoscendone l’importanza del suo ruolo sociale che va sostenuto e aiutato.”

Permalink link a questo articolo: http://www.forumfamiglielig.org/wp/blog/2018/07/17/comunicato-stampa-del-forum-nazionale-sulle-linee-di-indirizzo-per-le-tariffe-della-refezione-scolastica-di-genova/

Post precedenti «

» Post successivi